Ti sarà inviata una password per E-mail

VENTO. DA VENEZIA A TORINO IN BICICLETTA

Tempo di lettura: 2 min.

La nuova ciclovia costeggia il fiume Po attraversando Veneto, Lombardia, Emilia Romagna e Piemonte: 4 regioni, 12 province, 121 comuni.

Tutti in sella, andiamo da Venezia a Torino in bici: la ciclovia VenTo, è la ciclabile più lunga del sud Europa.

Il progetto è partito dopo che il 27 luglio 2016 il Ministero delle infrastrutture, quello dei Beni Culturali e quello del Turismo hanno firmato il protocollo delle intese insieme alla regioni Veneto, Lombardia, Emilia Romagna, Piemonte.

L’idea nasce all’interno del Politecnico di Milano, un progetto che costa solo 80 milioni di euro. Spiegano gli ideatori: è un progetto sostenibile, se si tiene conto che VenTo costerà come fare due chilometri di autostrada. Il giro d’affari ad opera compiuta è stimato in due volte l’investimento iniziale. Per sempre.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Vento è un’infrastruttura leggera, che sarà una chiave preziosissima per rimettere le persone in contatto con il paesaggio che le contiene, 679 km attraversando parchi, aree protette e passando per Milano, Piacenza, Parma e Ferrara. Valorizzerà le risorse dei territori che attraversa, con la realizzazione di nuovi tratti ciclabili e con la messa in sicurezza di quelli già esistenti.

Si sta già valutando come promuoverla, magari fornendo agli operatori turistici pacchetti completi da proporre nei mercati nordeuropei, particolarmente sensibili al cicloturismo, o attivando iniziative come il noleggio delle biciclette e l’utilizzo del treno come supporto.

E sarà anche possibile la partecipazione a bandi comunitari per finanziare le attività artigianali, commerciali, enogastronomiche e qualificare l’infrastruttura. Si potranno attirare centinaia di migliaia di appassionati nei parchi e nelle aree protette lungo il Po, sarà una spinta utilissima per far ripartire l’economia  e la crescita delle tante piccole realtà locali.

I 200 km di piste ciclabili della provincia di Trento per esempio, producono già un indotto di 80 milioni di euro all’anno.

Con VenTo è stata indicata all’Italia una strada nuova da seguire. Ciclabile ovviamente.