Tempo di lettura: 2 min.

Fino al 30 ottobre, è possibile assistere a un evento indimenticabile, su fino alla cima di una cupola imponente di forma ellittica, la più grande del mondo. Al Santuario di Vicoforte, a Mondovì.

L’evento Magnificat permette di entrare nel cuore di questa opera d’arte con un’esperienza unica: un percorso attraverso locali finora mai aperti al pubblico, messo appositamente in sicurezza. Lungo gli antichi camminamenti destinati alle maestranze si arriva fino a 75 metri, i visitatori possono affacciarsi all’altezza estrema dell’edificio.

Un’avventura emozionante per scoprire il valore architettonico e storico di questo eccezionale monumento d’arte e di fede, grazie anche alle sofisticate tecnologie che oggi consentono a tutti di goderne la visione spettacolare, un gradino dopo l’altro.

bellavitosi_mondovì-santuarioIl Santuario di Vicoforte  è un autentico capolavoro del Barocco piemontese, con una cupola maestosa di forma ellittica.

L’origine di questo cantiere  risale alla fine del Quattrocento e nasce da un pilone votivo di cui oggi non c’è  traccia, in un bosco fra le colline di Vicoforte.

La prima pietra  venne posata nel 1596, su un progetto di Ascanio Vitozzi, architetto orvietano attivo alla corte sabauda, poi ultimato dall’architetto Francesco Gallo, che aggiunse  la grandiosa cupola ellittica, sormontata da una lanterna che fornisce luce all’interno del santuario.

Teatro di un avvenimento ritenuto miracoloso, il Santuario divenne subito un grande centro di devozione e di pellegrinaggio.

Il percorso di esplorazione è aperto tutti i giorni, tranne il lunedì. Prevede la salita di 266 gradini in circa 2 ore, per un massimo di 15 persone alla volta, con l’assistenza di una guida e un addetto alla sicurezza. I visitatori sono dotati di un elmetto protettivo e un’imbragatura e devono superare un allenamento che simula alcuni passaggi in cui è necessaria maggior attenzione.

In alternativa, è possibile anche un percorso più breve e agevole senza imbragatura ne’ elmetto, della durata di un’ora circa, che consente l’accesso alla prima balconata della cupola, salendo la metà dei gradini.

Concluso l’evento, da fine ottobre, la linea vita e i dispositivi di sicurezza, rimarranno in dotazione al Santuario.

E’ consigliabile la prenotazione, chiamando i numeri 331/8490075 e 0173/363480.