GLI INCONTRI, IL VENTO, LA VERA PAELLA E UN NUOVO MUSEO

Tempo di lettura: 3 min.

Le giornate qui a Valencia trascorrono tranquille. Mentre a casa nostra, in Lombardia, c’è l’apocalisse, qui l’unico problema sembra essere il forte vento.

(3 e 4 marzo 2020) Noi stiamo attentissimi a non prendere freddo, per non ammalarci ed essere presi per italiani infetti.

Quindi è tutta un’alternanza di metti-il-piumino e togli-il-piumino, mentre gli altri turisti se ne vanno in giro in shorts, sandali e maniche corte.

Più che altro il vento impedisce di stare in spiaggia perché ti riempi di sabbia, una sabbia fine come sale che entra nelle orecchie, nei denti, nel naso, tra i capelli (se ce li hai).

In questi giorni abbiamo fatto piacevoli incontri con persone molto diverse.

Prima di tutto il nostro amico Simone, che vive qui da sei anni e ci ha scorrazzato per locali di giovani alternativi. In particolare il Festinar, dove una volta a settimana organizzano tavoli in cui vari volontari si offrono per fare conversazioni gratis in diverse lingue e soprattutto dove offrono un’ottima birra artigianale e ottime pizzette come aperitivo.

 bellavitosi_valencia-festinar.jpg

Il Festinar

Poi abbiamo conosciuto Victoria, membro come noi dell’associazione Servas, che ci ha invitato a pranzo sulla sua terrazza. Abbiamo messo alla prova il nostro spagnolo dissertando su temi sociali, politici e familiari facendoci più o meno capire per tutto il pomeriggio. Victoria ha un piccolo orto dove coltiva verdure di stagione con cui ci ha preparato un risotto molto saporito. È anche l’orgogliosa proprietaria dell’unico albero di caffè che esiste in città: coltiva questo alberello raccogliendone i chicchi ad uno ad uno tre volte l’anno, per una produzione che è al massimo di due chili in totale. Abbiamo avuto l’onore di assaggiare questo caffè che Victoria tosta personalmente e che ha un sapore straordinario veramente diverso e più dolce dei soliti caffè. Molto migliore dei caffè che servono nei locali di Valencia, che in genere fanno piuttosto schifo.

 bellavitosi_valencia-caffe.jpg

L’albero di caffè di Victoria

(Continua a leggere…)

1 2 3