Ti sarà inviata una password per E-mail
Tempo di lettura: 3 min.

Superato il canale di Panama, rotta verso Costa Rica. Fra piantagioni di caffè e bananeti, ci pentiamo di non aver prenotato un’escursione.
Mal di schiena dopo ore di tour in automobile fra le montagne.

Ieri navigazione quindi giornata relax. Non abbiamo prenotato nessuna escursione, per cui vedremo sotto la nave cosa ci propongono.

Abbiamo partecipato a una conferenza interessante sulle navi dell’antichità.

Poi giretto sui ponti alti per constatare sempre con stupore che non c’è nessun affollamento, e visto i ricordi non proprio buoni di passate crociere ci siamo chiesti dove va la gente. Ci avevano detto che la Msc aveva contenuto il numero di passeggeri per una maggiore vivibilità e si vede, anche perché siamo quasi tutti coppie e poche famiglie.

Questo slideshow richiede JavaScript.

In serata cocktail con il comandante per i soci Black. Anche qui molta eleganza e niente cose pacchiane o abiti super aderenti. Presentavano anche due ciondoli gioiello fatti per questo giro del mondo. I gioielli non mi attraggono, per cui… tutti tranquilli.

Serata tiepida al ponte 13, con i musicisti sudamericani e poi in cabina a leggere un libro fino a che gli occhi non si chiudono.

Oceano Pacifico che più Pacifico di così non si può.

Sole sul balcone al mattino. Tintarella.

Quando arriviamo in Costa Rica, ci rendiamo conto che non aver prenotato un’escursione non è stata una buona idea. Msc che ci avrebbe portato fino alla capitale.

Appena scesi, insieme ad altre persone abbiamo preso un tour locale.

La guida era simpatica (ha anche fatto un saluto a tutti i bellavitosi, guardate il video!) e in verità ci ha fornito molte informazioni. Ad esempio che il paese è un grande produttore di microchip, che usano energia pulita e che fanno parte dei progetti spaziali mondiali.

Ma abbiamo fatto ore di viaggio su per le montagne, Brontolo si è preso un bel mal di schiena per stare troppo seduto.

Il panorama è lussureggiante, con piantagioni di caffè e bananeti. La nave è attraccata praticamente sulla spiaggia, peccato che la sabbia sia di origine vulcanica quindi nera, ma soprattutto sporca, come il mare. Almeno qui dove siamo ormeggiati.

Al ritorno balletti e musica sotto nave.

Abbiamo pranzato quasi alle 4 (che comodità il buffet sempre aperto). Stasera cena leggera.

Domani ci aspetta il Nicaragua, a Corinto. Speriamo di trovare tour interessanti.

Ps. Curiosità di bordo: ho scoperto che il sapone del dispenser lavandino è buonissimo per lavare i panni, mi ha tolto una macchia di sugo da una maglietta in tempi rapidi… non voglio pensare troppo cosa fa alla pelle. È già la seconda volta che mettono l’avviso per la pulizia balcone “Chiudere le tende per la privacy etc etc” ma ci colgono sempre di sorpresa, cioè in mutande. Piccolo urlo mio che mi precipito in bagno mentre Brontolo con fare tranquillo chiude la tenda. Però è bellissimo avere il balcone, specie la sera: aria calda… e silenzio!

(La Crocier-ossina)

 

bellavitosi_giro-del-mondo-crociera.jog

Leggi anche:

ATTRAVERSIAMO IL CANALE DI PANAMA

ARRIVO A CARTAGENA

CRISTOBAL PANAMA

SANTA MARTA IN COLUMBIA

SIAMO AD ARUBA, L’ISOLA RICCA DEL TURISMO

SAN JUAN DE PORTORICO

ST.MAARTEN E ST THOMAS

 

NAVIGHIAMO SULL’ATLANTICO

LA CROCIERA CONTINUA, SBARCO A MADEIRA

MARSIGLIA, NUOVI AMICI E RELAX

BARCELLONA, MALAGA E SALUTIAMO IL MEDITERRANEO

TUTTI A BORDO: PARTENZA!

GIRARE IL MONDO IN CROCIERA. MANCA POCO ALLA PARTENZA

SCEGLIERE LE ESCURSIONI

L’ORGANIZZAZIONE PRIMA DI TUTTO

COME TRASFORMARE UN SOGNO IN REALTA’