Ti sarà inviata una password per E-mail
Tempo di lettura: 5 min.

Pare che uno zeolandese su tre sia proprietario di una barca e che ci siano più pecore che umanini. Però noi di pecore non ne abbiamo viste.

Una parola sola: civiltà. Peccato non aver potuto esplorare per più giorni questo paese.

L’economia locale si basa proprio sulla lana di pecora, ma qui arrivano circa 60 navi da crociera l’anno e quindi anche il turismo è in forte espansione. Diversi edifici belli sono stati riconvertiti in alberghi.

La nave ha attraccato proprio in centro, Wi-Fi in banchina, taxi. Noi abbiamo cambiato dei soldi in moneta locale perché ci avevano detto che non accettavano altro. Non è proprio così, e poi daje con la carta di credito.

Questo slideshow richiede JavaScript.

(CONTINUA A LEGGERE)

1 2 3 4