Ti sarà inviata una password per E-mail
Tempo di lettura: 2 min.

Li potete incontrare nei parchi cittadini, si riconoscono perchè fanno esercizi con movimenti lenti, dolci e circolari. Sono quelli che praticano il  Taiji Quan.

Qualcuno lo scrive anche Tai Chi Chuan: è un’arte marziale di origine cinese che nasce da tecniche ginniche salutistiche e meditative. Si può iniziare a qualsiasi età e migliora la qualità della vita.

Tai chi, bellavitosi

E’ una disciplina su misura per i bellavitosi. Perfetta sintesi tra meditazione e movimento, il Taiji è un’arte marziale “interna”, raffinata e molto più efficace di una ginnastica dolce. Stimola con delicatezza il fluire dell’energia del corpo e della mente ed è utile per acquisire salute, longevità, freschezza mentale, aiutando lo sviluppo dell’equilibrio interiore e la propriocezione, cioè la percezione del proprio corpo nello spazio e il rilassamento dei muscoli.

benessere, arti marziali, meditazione

I suoi movimenti permettono di armonizzare mente e corpo, le tecniche sono naturali e piacevoli da praticare.

Il Taiji si basa sul concetto di alternanza Yin-Yang. Non ha controindicazioni e salvo patologie particolari può essere praticato da tutti, con benefici effetti sul sistema nervoso e sulla circolazione.

 

Migliora la capacità respiratoria, riduce lo stress e l’insonnia, mantiene mobili le articolazioni, aumenta la capacità di concentrazione, anche quella profonda. In Cina viene praticata da molti secoli, si fa risalire l’origine alla dinastia Ming (1368 – 1644).