Tempo di lettura: 4 min.

Tutte le pelli mature hanno due nemici: le rughe e le macchie. Le macchie sulle mani sono quelle che rivelano la nostra età. Come sbarazzarcene?

In effetti, se spesso proteggiamo il viso dalle insidie del tempo, del freddo e del sole, spesso ci dimentichiamo di proteggere le mani da una crema. Il sole segna la pelle sempre, anche quando le teniamo sul volante, o passeggiamo all’aria aperta.

Le macchie possono apparire prematuramente, anche prima delle rughe. Molti soffrono il complesso di queste imperfezioni particolarmente inestetiche che attirano gli sguardi fino a diventare un vero problema per chi le ha, e sono tantissimi quelli che cercano una soluzione per eliminarle.

Perché arrivano le macchie.

Le macchie si presentano quando la produzione di melanina aumenta in piccole zone isolate. Questa iperpigmentazione può avere origini diverse.

Nel 63% dei casi le macchie brune sono provocate dal sole.

Nel 32% sono dovute a infiammazioni o problemi ormonali.

Nel 24% dei casi dipendono dagli ormoni della gravidanza.

Ci sono poi altre cause dovute a una fotosensibilità originata dall’uso di profumi o particolari medicine. Possono apparire prima sul viso, poi sulle mani e in seguito sul torace.

Il sole, vero nemico.

Il sole è il colpevole più riconosciuto delle macchie, che prendono diverse forme e colori, dal bruno al rosso. Dopo una certa età, la pelle si secca, si rilassa e lì cominciano i problemi di pigmentazione. Ma in realtà non dipendono sempre dall’età, ma dal modo in cui ci proteggiamo dalle super-esposizioni al sole.

Prevenire sempre e innanzitutto.

La prevenzione consiste nell’usare innanzitutto una crema antietà e con schermo solare +50.

La pelle delle mani deve essere sempre pulita e ben idratata. Bere da 1 a 2 litri di acqua al giorno contribuisce a conservare una pelle in buona salute.

Chiedere sempre al dermatologo.

Questo è indispensabile, in modo assoluto. È molto facile confondere le macchie con l’inizio di lesioni. Un consulto medico permette di fare fin dall’inizio un controllo della nostra epidermide.

Solo uno specialista può determinare quale, fra i diversi trattamenti, è più adatto ed efficace, in funzione del tipo di pelle e dell’età. È infatti rischioso fare dei trattamenti su lesioni pigmentarie sospette, su cui il dermatologo consiglierà di fare prima di tutto una biopsia.

I cinque possibili trattamenti.

(continua a leggere…)

1 2