Ti sarà inviata una password per E-mail
Tempo di lettura: 3 min.

È la prima causa di morte per le donne, più del tumore al seno, ma non tutte lo sanno. Conosciamo i sintomi e le precauzioni?

 

L’infarto non è una malattia maschile, anzi. Rispetto agli uomini, le malattie cardiache si sviluppano nelle donne con un ritardo di circa 10 anni, ma in modo più grave. Per esempio, anche se hanno fumato molto meno dei maschi, avranno più danni.

Superati i 50 anni, 1 donna su 2 è a rischio di infarto o di malattie cardiovascolari, che sono diventate la prima causa di morte, più di tutte le neoplasie tra cui il tumore al seno. L’Osservatorio Nazionale Salute della Donna dice che riguarda il 55% delle donne, contro il 43% degli uomini.

Le donne non si preoccupano

Il problema più importante è che le donne pensano che l’infarto sia una preoccupazione solo maschile, ma la cosa più preoccupante è che lo pensano 7 donne su 10. Incastrate tra lavoro, famiglia e mille altre occupazioni quotidiane sono sempre attente alla salute del proprio nucleo familiare, trascurando la propria.

Il primo centro in Italia specializzato per il cuore delle donne è a Milano e si chiama Monzino Women, all’interno del Centro Cardiologico Monzino, sul modello dei Women’s Heart Center americani.
Nei due anni in attività sono stati raccolti già molti dati interessanti e utili per la prevenzione e la cura.

1 2 3