Tempo di lettura: 2 min.

Sei davanti allo specchio e la visione si staglia: il primo capello bianco! Avanti veloce di qualche anno ed ecco che questo singolo capello si è moltiplicato in una foresta di centinaia, o migliaia, di capelli bianchi. Una chioma, una frezza, un total look, insomma un’invasione che può arrivare alle età più diverse.

Qualcosa che non tutti se la sentono di accettare. E per cui spendono migliaia di euro per tingerli e fare finta di nulla. Signore e signori, è arrivata l’ora della riscossa di molti bellavitosi. I ricercatori della University College di Londra hanno trovato chi è responsabile dei nostri capelli bianchi.

capelli bianchi

Dopo aver analizzato un campione di oltre 6.000 uomini e donne americani, africani ed europei è stato infatti identificato un gene nel nostro DNA, chiamato IRF4, a cui dare la colpa di tutto. E’ infatti proprio questo gene che stabilisce se i nostri capelli bianchi appaiono subito dopo la laurea o se invece si fanno vivi in un’età più avanzata.

Che fare dunque? Purtroppo ancora nulla, per ora.

Ora che hanno identificato il gene, gli scienziati sperano di trovare un modo per disattivarlo. Il che significherà che le aziende di cosmesi potranno sviluppare nuovi prodotti, dalle pillole allo shampoo, che impediranno ai capelli bianchi di farsi vivi troppo presto.

Non sarà la fonte dell’eterna giovinezza, ma almeno sarà la fine di tinture e sedute fiume dal parrucchiere.