Tempo di lettura: 3 min.

Negli Stati Uniti come al solito la usano già da un po’, da oggi è arrivata anche qui. Se usi prodotti Apple, da oggi potrai lasciare in un cassetto le carte di credito.

Il 18 giugno segna l’arrivo dell’Apple Pay in Italia. Gli appassionati di nuove tecnologie gongolano. E anche gli esercizi commerciali, si presume: pagare e spendere sarà ancora più facile.

Avevamo già parlato qui dei sistemi già esistenti in Italia per pagare con lo smartphone. Con l’Apple Pay questa possibilità si estende ancora di più, almeno per i possessori di Apple.

E cosa sarebbe questo Apple Pay?

Non una delle solite diavolerie che passano e vanno, almeno nelle promesse. Ma qualcosa che potrebbe cambiare davvero le nostre abitudini di acquisto.

E non si tratta di un prodotto vero e proprio: non costa nulla. E’ un’impostazione che si carica sui prodotti Apple di ultima generazione: sull’iPhone (solo dalla versione 6 in poi), sull’iPad Air (versione 2 e successive) sull’iPad mini (versione 3 e successive) sull’Apple Watch e su MacBook (versione 2012 e successive).

Ok, ma come si usa?

Semplice. Si apre l’app Wallet e si inseriscono i dati delle tue carte di credito o bancomat, fino a un massimo di otto. La banca invierà un codice di verifica e da quel momento in poi se hai un iPhone, o anche un Apple Watch, puoi pagare con quelli.

Con l’iPhone, ad esempio, basterà avvicinare lo smartphone a un Pos senza fili (quella “macchinetta” che i negozi hanno per validare le carte di credito), scegliere l’opzione della carta con cui vuoi pagare e confermare con la tua impronta digitale appoggiata sul tasto. Voilà, il gioco è fatto.

Per ora in Apple Pay è possibile inserire solo carte VISA e Mastercard, V Pay e Maestro del circuito Unicredit, Carrefour Banca e Boon, una carta ricaricabile virtuale. A breve seguiranno anche altre carte.

In Italia più del 50% dei punti vendita hanno un Pos senza fili adatto per Apple Pay, fra questi le più grandi catene e supermercati. Non è difficile immaginare che il giro si allargherà velocemente.

E come la mettiamo con la sicurezza?

Se malauguratamente dovessi perdere o ti venisse rubato l’iPhone, puoi andare su internet, accedere al sito di iCloud, mettere il tuo ID Apple e sospendere Apple Pay o cancellare del tutto il servizio.

Comunque si vedono sempre solo le ultime 4 cifre delle tue carte e non si può assolutamente risalire ai dati, neanche al nome del titolare.