Tempo di lettura: 3 min.

La musica del pianoforte invade Milano. Concerti in centro, in periferia, nei luoghi tradizionali della musica, nei cortili, nei musei, negli angoli di città.

Dove eravamo ieri mattina alle 5.30? Milano dormiva ancora, al sabato mattina la sveglia parla sottovoce, ma al Teatro continuo di Burri nel Parco Sempione c’era il pienone di facce ancora stropicciate che hanno salutato l’inizio del giorno con le note del piano di Michael Nyman.

Questo è il week end di Piano City Milano alla sua sesta edizione e la musica risuona in tutta la città, i milanesi aprono le loro case per ospitare un house concert, accolgono i pianoforti nei loro cortili e sulle terrazze. La città offre i suoi luoghi di cultura e i musei, come la Pinacoteca di Brera, diventano sale da concerto, la musica va sui tram, sulle barche, sulle bici, anche le quattro carceri, San Vittore, Opera, Beccaria e Bollate ospitano la musica.

Piano City Milano ha 455 eventi gratuiti in tre giorni e ogni concerto ha già il tutto esaurito, nella notte fra venerdì e sabato c’è stato un concerto ogni ora fino al mattino.

E’ il festival del pianoforte ma anche di tutti i generi musicali, dal rap al jazz, dalla classica al RagTime, dalla musica sperimentale al pop.bellavitosi_piano-city-milano-maggio.jpg

Ecco un brevissimo elenco di eventi da non perdere.

– Oltre al grande Michael Nyman, la star ospite di quest’anno è il pianista canadese Chilly Gonzales, che possiede un repertorio che va dalla musica classica all’elettronica, la sua è musica” totale”, ha collaborato anche con i Daft Punk vincendo un Grammy con loro. Si presenta sul palco in vestaglia di seta e pantofole su misura.

– Si potrà sentire suonare la Viola Organista progettata più di cinquecento anni fa da Leonardo da Vinci. Slawomir Zubrzycki esegue musica barocca al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia.

Orazio Sciortino suonerà da Eataly ex Smeraldo, pianista e concertista, compone e collabora con le più prestigiose istituzioni in italia e all’estero. Concerto notturno.
Twin Peaks Experience al BASE saranno due giorni di concerti basati sulla colonna sonora di Twin Peaks, la serie cult di David Lynch, scritta dal maestro Angelo Badalamenti ed eseguita da Nina Esiava. Verrà inoltre proiettata la maratona della prima stagione, in attesa della premiere su Sky venerdì 26 maggio.
Partecipare è un po’ complicato per chi non è riuscito a prenotare, ma è tale l’afflusso di persone e l’ampiezza delle zone d’ascolto che non sarà difficile trovare un angoletto, magari un po’ defilato, dove riuscire a sentire Milano che suona il piano.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.