Tempo di lettura: 2 min.

Non è facile raccontare i mille volti di Frank Lloyd Wright, la prima vera archistar del ‘900. Ci prova la mostra Unpacking the Archive, da giugno al MoMa di New York.

La grande retrospettiva in occasione dei 150 anni dalla nascita di Frank Lloyd Wright, durerà fino al 1 ottobre. bellavitosi_frank-lloyd-wright-moma.jpg

Autore di ville straordinarie e anche inventore dei prefabbricati low cost, eletto Uomo dell’Anno dalla rivista Time, Frank Lloyd Wright è stato uno dei più prolifici e famosi architetti del XX secolo, un designer radicale e un intellettuale che ha sfruttato le tecnologie, i materiali e i sistemi di costruzione più innovativi.
bellavitosi_frank-lloyd-wright-moma.jpg
La mostra del MoMa analizza criticamente la sua multiforme produzione sottolineandone il pensiero guida, che va ben oltre il valore urbanistico. Perché la sua idea che il paesaggio influenzi il benessere delle persone è oggi decisamente di grande attualità.

bellavitosi_frank-lloyd-wright-moma.jpgPioniere della sperimentazione d’avanguardia e di originali teorie sulla natura, innamorato della tecnologia e pensatore indipendente, Frank Lloyd Wright ha progettato edifici, città case e i loro arredi interni in una prolifica carriera di 72 anni. Il suo guardare ai villaggi indiani per immaginare un’architettura del futuro riflette la sua visione di una società americana ideale.

L’esposizione comprende circa 450 opere realizzate dal 1890 al 1950, disegni architettonici, modelli, frammenti di edificio, film, trasmissioni televisive, supporti di stampa, mobili, tessuti, dipinti, fotografie e album di ritagli, insieme a una serie di opere che sono state esposte raramente o addirittura mai.

Cresciuto nelle campagne del Wisconsin, Wright si trasferì a Chicago e maturò la sua esperienza in vari studi di architettura.

bellavitosi_frank-lloyd-wright-moma.jpgFino alla sua morte, nel 1959, Wright è sempre rimasto in piena attività. I suoi molti progetti per case, luoghi di lavoro e istituzioni come scuole, chiese e sinagoghe dimostrano i suoi sforzi per rimodellare la città moderna. Come ad esempio il suo progetto del grattacielo The Illinois, mai realizzato, la cui altezza di 528 piani avrebbe superato di gran lunga quella dei grattacieli di oggi.

Frank Lloyd Wright at 150:Unpacking the Archive
The Museum of Modern Art di New York, fino al 1 ottobre 2017.