Ti sarà inviata una password per E-mail
Tempo di lettura: 5 min.

Acquistare in rete permette di evitare le code di fine anno nei negozi, e di avere una larga scelta per fare shopping senza muoversi di casa. Ma anche se si possono fare ottimi affari, bisogna stare attenti per evitare le insidie di Internet.

Da oggi siamo più protetti.

Quando si compra qualcosa online, in Italia c’è una legge che consente agli acquirenti di fare una scelta libera e più consapevole e costringe i professionisti a vendere in maniera più trasparente e funzionale.

Dal 2019 il nuovo termine per il diritto di recesso per gli acquisti online è di 14 giorni. E venditori sono tenuti al rimborso entro 14 giorni dal recesso accollandosi anche le spese di consegna. Nell’Unione Europea chi compra ha a disposizione un formulario standard se vuole restituire l’acquisto. E nel caso estremo in cui il venditore non informi sulla possibilità di recesso, il diritto a ripensarci è allungato di 1 anno.

Occhio agli acquisti da privati.

Se invece vogliamo comprare qualcosa da un privato, attraverso siti come ad esempio subito.it oppure eBay.it, non possiamo beneficiare degli stessi diritti sulla vendita a distanza. Quindi, il consiglio è di utilizzare sistemi di pagamento più sicuri, come PayPal, che ci garantiscono il rimborso in caso non ricevessimo il pacco, o se questo non corrisponde ai nostri desideri o se ci abbiamo ripensato.

(Continua a leggere)

1 2 3 4 5