Ti sarà inviata una password per E-mail
Tempo di lettura: 4 min.

Nel libro “Immortali”, Nicola Palmarini ci spiega come combattere una delle più grandi discriminazioni del secolo: quella contro la vecchiaia. Con l’aiuto della scienza.

Non posso dimenticare la rabbia di mio padre quella volta che, uscito dall’ospedale dopo un’operazione d’urgenza e tre mesi di terapia intensiva, rivelò quello che aveva ascoltato dire dai suoi infermieri mentre arrivava in pronto soccorso, in stato di semi-incoscienza. “E’ arrivato un dinosauro”  dissero ad alta voce, sicuri che lui non sentisse.

“Capite? Mi hanno chiamato dinosauro, una specie in via di estinzione, un vecchio che non vale la pena di sforzarsi troppo a curare”.

La sua rabbia la capivo allora e la capisco ancora di più oggi, che ho 66 anni.

Per cui, quando ho cominciato a leggere il libro “Immortali” di Nicola Palmarini, appena pubblicato da Egea, mi è subito venuta in mente quella rabbia di mio padre, che per la cronaca ha vissuto ancora dieci anni dopo quell’episodio. Un uomo anziano, che pur essendo di tutt’altra generazione, anche lui aveva sempre  tanta energia e voglia di vivere e non voleva essere catalogato come un essere non meritevole delle stesse cure di una persona più giovane.

Alcuni passi e informazioni contenute nel libro mi hanno colpito e sono stati per me illuminanti.

(CONTINUA A LEGGERE …)

1 2 3