Ti sarà inviata una password per E-mail
Tempo di lettura: 4 min.

Quanto durano le cose che abbiamo in casa? E dopo quanto tempo bisogna cambiarle? Ecco una guida ragionata alla vita delle cose.

Il buon design si giudica non solo nel momento dell’acquisto ma anche in quello della separazione finale. A volte tenere in vita un prodotto costa più che sostituirlo con un nuovo. Ecco un utile vademecum.

Il letto

Se intendiamo tutto l’insieme dobbiamo parlare di sistema letto, che è composto dal materasso più la rete. Il materasso ha una durata meccanica di almeno 10 anni, quella igienica invece è di circa 7 anni a causa del proliferare di polveri e acari che invadono aggredendo le parti imbottite, le molle e le doghe.
Con una manutenzione frequente, cioè arieggiando e lavando regolarmente le fodere, la vita del materasso può essere allungata anche del 40%.
Le reti a maglia metallica cedono prima, sono da preferire le doghe di legno incurvate, magari con giunti di caucciù che regolano la postura, sostenendo il bacino e le spalle.

Divani e poltrone

Gli arredi che durano di più a livello strutturale sono gli imbottiti, compatibilmente con la qualità dei materiali usati dai produttori. Il certificato di garanzia riguarda generalmente solo la struttura, in legno o in metallo, non la copertura, di tessuto o pelle, che ha un’usura più intensa perché sottoposta agli stress ambientali: polvere, luce, detergenti, contatti corporei.
Infatti il rivestimento è la parte che verrà sostituita più spesso, rivolgendoci al produttore o a un tappezziere se si vuole spendere meno ma attenzione che sia un professionista fidato se si vuole un risultato duraturo.

Va da sé che il rivestimento è la parte da sostituire più spesso. Bene quindi chiedere al produttore dime e tessuti per ogni modello in magazzino. I costi di un tappezziere sono maggiori, il risultato spesso è meno buono.

Le imbottiture: il poliuretano è più robusto ma è meno confortevole nella seduta rispetto alla piuma, che però è più delicata. Ogni imbottitura è destinata a cedere negli anni, soprattutto se l’uso è intenso. Quando saranno da cambiare sia l’imbottitura che il rivestimento, probabilmente sarà più economico sostituire il divano o la poltrona con una delle tante offerte di produttori specializzati.

(CONTINUA A LEGGERE)

1 2