Tempo di lettura: 3 min.

Dopo questa clausura forzata, molte coppie potrebbero scoprire di non avere più nulla da dirsi e che forse è il momento di separarsi. Dare supporto a chi vuole ricominciare può diventare sempre più un business ma anche uno strumento utile per affrontare una nuova vita.

La nostra identità è formata anche dalla relazione con gli altri e oggi, che siamo più soli che mai, la rottura di un rapporto lascia un problema che riguarda la percezione che abbiamo di noi stessi.

In molti lo hanno capito negli ultimi anni e si prevede che, con l’ondata di separazioni e divorzi che ci saranno dopo una lunga convivenze forzata dal coronavirus, molti altri consulenti e supporter salteranno fuori dalle ceneri dei matrimoni e delle unioni fallite.

Certo, siamo sempre più connessi e abbiamo tanti amici sui social. Ma ci sentiamo sempre più soli se dobbiamo raccogliere i cocci del nostro cuore spezzato e riprendere in mano la nostra esistenza.

Chi resta solo può permettersi un piccolo investimento per chiedere l’aiuto di consulenti del divorzio, anche attraverso il web. Vediamo come lavorano quelli più famosi, in Italia e all’estero.

(CONTINUA A LEGGERE)

1 2