Ti sarà inviata una password per E-mail
Tempo di lettura: 3 min.

Per smaltire correttamente, bisogna essere esperti in tutti i materiali. Ecco un elenco chiaro ed esaustivo degli smaltimenti di casa.

Una volta non si faceva, non si sapeva, ma oggi tutti conoscono l’importanza della raccolta differenziata e della separazione dei materiali. Ecco un utile promemoria per ripassare o per imparare nuove modalità, voce per voce, non sempre conosciute.

Olio vegetale

È l’olio casalingo, quello usato per le fritture o per le conserve, un esempio classico è l’olio del tonno in scatola. Non va gettato nel lavandino perché altrimenti potrebbe inquinare vaste superfici di falde acquifere sotterranee. Pochi litri di olio possono creare una pellicola inquinante ampia centinaia di metri e rendere non potabile milioni di litri di acqua. È anche causa di malfunzionamenti negli impianti di depurazione. Quindi non versate l’olio nel lavandino ma raccoglietelo in un flacone che porterete alla piattaforma ecologica più vicina.

Cartone della pizza

Se l’intero cartone è pulito va gettato nella raccolta della carta. Ma se è sporco d’olio, di pomodoro o altro residuo, va gettato nel sacco dell’indifferenziata. Se per esempio il lato superiore, il coperchio, è pulito mentre il lato inferiore è sporco, si può separare le due parti tagliando il coperchio e buttandoli in due bidoni diversi.

Dvd/Cd

Non sono riciclabili, perché composti di plastica e alluminio che non possono essere separati. Quindi vanno buttati nel bidone dell’indifferenziata.

1 2