Tempo di lettura: 4 min.

Fare una grigliata con gli amici non sempre è facile. Ecco una lista di errori da evitare e di musiche da suonare per farla diventare una gran bella serata.

Qual è il modo migliore per festeggiare con gli amici se non fare una bella grigliata all’aperto? Per prepararsi si può anche leggere La bibbia del barbecue”, il nuovo libro di Steven Raichien, il guru della grigliata esperto di cucina medievale.

bellavitosi_barbecue-amici-grigliata-carni-festa.jpgOppure si può curare ogni dettaglio ricordando un concetto semplice ma molto importante: siamo qui per divertirci.

Evitate di accendere la carbonella con la Diavolina o altri liquidi infiammabili, non danno un buon sapore ai cibi anzi puzzano proprio, meglio accendere prima un po’ di rami secchi e poi aggiungere la carbonella alle fiamme. Appena si coprirà di uno strato di cenere bianca si può iniziare la cottura.

Distribuite la brace in modo uniforme su tutta la superficie cercando di formare un’area regolare e sufficiente alla cottura di tutti i cibi.

Non fatevi prendere dall’ansia e girate le vostre bistecche, o pesce, o verdure, una volta sola. Niente giravolte e niente balli della bistecca.

Se bucate la bistecca con il forchettone ci sarà una fuoriuscita di liquidi e di succhi importantissimi per il bellavitosi_barbecue-amici-grigliata-carni-festa.jpgsapore finale. Se volete gusto e tenerezza non usate il forchettone ma la paletta.

Ricordate sempre che chi sta usando il barbecue è come il capitano di una nave: è lui che comanda. Quindi se gli amici diventano troppo affettuosi con voi e si accalcano alla vostra postazione rischiando di essere troppo vicini alla brace rovente, fateli allontanare con una scusa, per esempio fatevi portare una birra. Mantenete il giusto spazio libero intorno a voi per lavorare in sicurezza.

 

bellavitosi_barbecue-amici-grigliata-carni-festa.jpgA carni diverse, diversi tempi di cottura. Organizzate con cura i tempi e la sequenza delle varie cotture dei cibi che andate a preparare. Meglio saprete organizzare questa fase, più grande sarà il risultato della vostra grigliata.

Lasciate il sale in tavola. Il sale in cottura disidrata la carne rendendola stopposa, è una regola universale che la salatura avvenga a cottura avvenuta. Nella maggior parte dei casi è preferibile usare il sale grosso, i sali all’ultima moda non sono invitati a un barbecue che si rispetti.

Ed ecco una compilation di musiche da tenere in sottofondo per tutta la durata del barbecue.

Dividetela in tre parti: la prima per l’accoglienza e la cottura, i preliminari insomma, la seconda per la degustazione, fino al dessert, la terza è il dopocena e fate spazio perché si balla!

Oasis – Wonderwall

The Verve – Bitter Sweet Symphony

U2 – With Or Without You

Mary J. Blige, U2 – One

Bruce Springsteen – Streets Of Philadelphia

David Bowie – Heroes

Queen & Axl Rose – We Will Rock You

 Chris Stapleton – Tennessee Whiskey

 Eagle-Eye Cherry – Save Tonight

4 Non Blondes – What’s Up

Take That  – Back for Good

Alanis Morissette – Ironic

Dido – Thank You

James Blunt – You’re Beautiful

Queen & George Michael – Somebody to Love (The Freddie Mercury Tribute Concert)

Van Morrison,Tom Jones & Jeff Beck, Bring it on Home to Me

Paint it Black

Enrique Iglesias – Bailando

Jennifer Lopez – On The Floor