Tempo di lettura: 3 min.

La regina dei film porno giapponesi ha deciso di andare in pensione, alla bella età di 80 anni. I suoi numerosi fan già la rimpiangono, supplicandola di tornare.

Certo deve essere stata una bella soddisfazione per Maori Tezuka, così si chiama questa simpatica nonna le cui capacità interpretative nei film hard hanno creato un giro d’affari di 20 miliardi di dollari l’anno.

Una bella soddisfazione davvero, cominciare a calcare le scene a 71 anni, dopo una discreta carriera di cantante lirica, e recitare appassionanti duetti sessuali con partner spesso più giovani di lei.

Così Maori-san in poco meno di nove anni ha visto crescere a dismisura la folla dei suoi ammiratori, uomini che adoravano le sue prodezze sullo schermo. Così tanto che adesso sono la Label Ruby ha saputo riconoscere nella grazia e nell’eleganza naturale di Maori la possibile chiave di un’interpretazione che potesse far appassionare il pubblico del silver porn. E così è stato. Da semplice comparsa, presto Maori ha cominciato a guadagnarsi il suo spazio sulla scena.

Nel gennaio del 2009 uscì il suo primo film da protagonista e fu subito un successo.

bellavitosi_maori-tazuka-industria-film-porno.jpgPoi tutto è proseguito in discesa” ha dichiarato la donna durante un’affollatissima conferenza stampa avvenuta a Tokyo e rimbalzata sui media di tutto il mondo “Sul set mi sono divertita molto. Voglio dire, dopo tutto è un lavoro come un altro e devi fare del tuo meglio quando si è sotto i riflettori”.

L’industria della filmografia pornografica oggi prospera in Giappone, dove gli utenti bellavitosi e benestanti sono circa uno su quattro.

Una bella media per fare affari, soprattutto per le interpreti più mature, che sono preferite da questo pubblico di oltre 65 anni.

E’ quindi grazie ad attrici di oltre 50 anni che l’industria nipponica del porno, che oggi è un quinto di quella che prosperava nell’epoca d’oro del VHS, può continuare a sopravvivere.

Il ritiro di Maori dalle scene non è dovuto né all’età e né alla stanchezza fisica.

Il fatto è che è diventato sempre più difficile trovare partner che le piacciono e con cui si sente di dare il massimo di sé stessa quando è sul set.

E poi c’è che anche il fidanzato di Maori, un signore di 50 anni, ha cominciato a essere geloso e quindi per lei è arrivata l’ora di voltare pagina.

Non a caso il titolo del suo ultimo film è “Finale”, anche se Maori non ha escluso un suo possibile ritorno alle scene, fra due o tre anni.

I suoi fan sapranno attendere?