Ti sarà inviata una password per E-mail

SCOPRIRE L’ITALIA CHE NON TUTTI CONOSCONO

Tempo di lettura: 2 min.

Parliamo di un libro, ma anche di vacanze fuori dai soliti giri. Il titolo parla da solo: “Forse non tutti sanno che in Italia…” della giornalista Isa Grassano.

E’ un invito ad andare in giro per l’Italia, alla scoperta di luoghi curiosi, eventi insoliti, tradizioni che pochi conoscono.

Il racconto di un Paese che avrebbe ancora tanto da offrire al turismo, tanti argomenti per sollecitare l’interesse degli stranieri che pensano di aver già visto tutto dell’Italia.

Nel libro queste bellezze finora nascoste sono descritte in 150 itinerari, dal nord al sud Italia, regione per regione.

Per farci scoprire che il fratello di Monna Lisa è il ritratto di un ignoto marinaio di Antonello da Messina che le somiglia moltissimo e che si trova a Cefalù, al Museo Mandralisca.

bellavitosi_italia-sconosciuta.antonello-da-messina-forse-non-tutti-sanno-che.jpg

Antonello da Messina

O che a Fermo, in provincia di… esiste una biblioteca civica fantastica datata 1688, con un patrimonio inestimabile di 300 mila volumi, oltre che innumerevoli pergamene, manoscritti, migliaia di stampe e disegni.

bellavitosi_forse-non-tutti-sanno-che.jpg

Biblioteca di Fermo

E che a Imperia c’è il museo di Grock, uno dei più clown più bravi e conosciuti nella storia del circo, a cui pare sia ispirata addirittura la figura di Charlot, in una villa in stile circense, vero paradiso dei bambini.

bellavitosi_forse-non-tutti-sanno-che.jpg

Museo di Grock

O che nel carcere borbonico di Montefusco, in Irpinia, è un’antica fortezza inespugnabile che divenne la galera più terribile del Regno delle Due Sicilie, e dove si trovano ancora testimonianze della terribile vita inflitta ai prigionieri.

bellavitosi_forse-non-tutti-sanno-che.jpg

Carceri di Montefusco

Altra curiosità è una visita al piccolo borgo di Seborga, in Liguria c’è un piccolo Principato che non fa parte della Repubblica Italiana, con tanto di valuta, inno nazionale e bandiera indipendente.

bellavitosi_seborga-forse-non-tutti-sanno-che.jpg

Seborga

L’autrice elenca nel libro anche alcuni consigli per diventare a nostra volta scopritori di queste curiosità, durante i nostri viaggi.

Per esempio quello di perdersi senza l’aiuto delle solite guide, delle App, di Google Map, lasciando che la nostra curiosità e il caso ci portino a trovare storie lontano dai luoghi solitamente battuti.

E anche di diventare attenti esploratori di ciò che ci è sotto gli occhi e di cui non ci siamo accorti.

Quanti sanno, per esempio, che in piena città, a Milano, esite ancora la vigna che gli Sforza donarono a Leonardo?

 

 

“Forse non tutti sanno che in Italia…” di Isa Grassano – Ed. Newton Compton 12 € ebook 4,99