Ti sarà inviata una password per E-mail
Tempo di lettura: 3 min.

Due trentenni pugliesi si sono inventati i tour in bici nel Salento fuori stagione. Grande successo ma, sorpresa, partecipano più stranieri che italiani.

Carlo Cascione e Giulia Tenuzzo. Lui era giornalista e lei un’attivista politica, appassionati di bici e di turismo, si sono stancati di fare quello che stavano facendo e si sono buttati sulla bici. Questo è il riassunto di quello che è successo, ma la storia è molto più complessa, e grande, e bella.

bellavitosi–salento-bici-itinerari.jpg

La prima idea è stata fondare Salento Bici Tour.

Salento Bici Tour è un’associazione che promuove l’uso della bici come mezzo di locomozione, nelle scuole e nei comuni del Salento. I risultati sono arrivati subito, con il finanziamento di un bando regionale che li ha aiutati a lanciarla e a diffondere il cicloturismo come scoperta del territorio e del paesaggio, ma anche come educazione ambientale.

Organizzano viaggi nel Salento ed escursioni guidate, sempre in bicicletta, per far ritrovare il gusto di percorrere il territorio in modo lento, stando vicino al terreno che si percorre, senza il filtro sensoriale dell’auto.

Aiutati dal fatto che la regione è quasi completamente pianeggiante, le partecipazioni iniziano a crescere, e loro ampliano la loro offerta organizzando viaggi a tema: per le scuole, per chi vuole scoprire la Taranta, per imparare l’italiano andando in bici, per girare e fare campeggio o per alloggiare in masserie e agriturismi. (segui)

1 2