Ti sarà inviata una password per E-mail
Tempo di lettura: 3 min.

Paola Blandi, una nostra amica giornalista e bellavitosa, è partita in questi giorni, da sola, per una lunga vacanza verso l’Australia. In diverse puntate ci racconterà qui la sua esperienza di nonna di un nipotino australiano e anche gli incontri, gli avvenimenti, le curiosità che scoprirà lungo il suo tragitto. Buon viaggio, Paola!

////.||||.\\\\

Diario di una nonna in Australia – di Paola Blandi

 

Se non fosse per un figlio che ha deciso di vivere dall’altra parte del mondo e di farvi pure nascere mio nipote, non credo che avrei mai fatto una vacanza in Australia.

L’unico handicap dell’Australia è che è molto lontana e costosa.

Bisogna partire con le idee chiare, pianificando bene quello che desiderate vedere perché le distanze sono enormi.

Tanto per capirci, per andare da Melbourne alla barriera corallina di Cairns sono 2954 chilometri, da Sydney a Darwin 14.500 chilometri.

Ma se provate a spulciare le varie offerte delle compagnie aeree alla ricerca della vostra tariffa, potreste anche scoprire che alla fine non è un costo così proibitivo, soprattutto se rapportato ai benefici, come quello di avere un autista a disposizione per andata e ritorno dagli aeroporti, o una comoda lounge dove attendere negli aeroporti la partenza e poi la coincidenza.

Il primo consiglio che mi sento di darvi, cari Bellavitosi, è quello di concedervi un viaggio confortevole, perché 24 ore di solo volo (senza contare lo scalo) per andare da Milano a Melbourne stroncano qualunque giovincello, figuriamoci gente come noi!

Il primo anno che sono venuta in Australia mi ero da poco rotta l’omero cadendo dalla moto.

Lì mi sono resa conto che non avrei potuto affrontare con l’ingessatura un viaggio del genere in Economy. Da allora della Business non posso più fare a meno!

Ma il vero lusso è quella specie di loculo che ti mettono a disposizione per garantirti la privacy, unito al comfort di un sistema di seduta che si tramuta in un vero letto, con tanto di vibromassaggio opzionale! Il cibo lo si ordina quando se ne ha voglia, à la carte ed è sicuramente piacevole, ma è grazie alla comodità che si sopravvive a un viaggio così faticoso! bellavitosi_australia-aereo-andata-diario.jpg

Foto: sul mio aereo a due piani, Airbus 380 Emirates, c’è anche un bar con zona relax. Ottimo espresso!

Oggi tutti possono andare in Australia, anche una nonna single per esempio.

(CONTINUA A LEGGERE…)

1 2

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Consulta la nostra Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi