Ti sarà inviata una password per E-mail
Tempo di lettura: 2 min.

Che si abbiano 20 o 60 anni, tutti possono cominciare a ballare con corsi di danza a misura del proprio ritmo. Ogni stile va bene, dal liscio alla pole dance.

DIAMO UNA SVOLTA ALLA VITA.

A un certo punto della vita, c’è voglia di lanciarsi in una nuova attività fisica. Magari per riprendere confidenza in noi stessi dopo un divorzio o dei problemi sul lavoro, o perché è arrivato il momento di andare in pensione e bisogna darsi da fare.
“Siamo matti che si balli o no, tanto vale ballare” Così dice un proverbio giapponese.

CHIEDERE AL MEDICO PRIMA DI COMINCIARE.

Prima di iscriverci a un corso settimanale (la frequenza consigliata per “entrare nella danza”, dicono gli insegnanti), una visita preventiva dall’osteopata permetterà di curare le tensioni e contratture muscolari accumulate e le compensazioni che il corpo ha dovuto mettere in atto.

Il corpo è sollecitato in ogni sua minima parte dalla danza, quindi bisogna saperlo ascoltare. Dopo i 50 anni, una visita dal nostro medico di fiducia è d’obbligo, soprattutto per certi balli un po’ più impegnativi.

VIVA LA DANZATERAPIA!

Oggi la danza terapia incontra un sempre maggiore entusiasmo. Se il tango, il rock n roll o la salsa permettono al corpo di esprimersi attraverso una successione di passi ben precisi, la danza terapia soddisfa la voglia di muoversi esprimendo a ritmo di musica le nostre emozioni.

E’ una tecnica che aiuta a sciogliere i blocchi emotivi, a consolidare la propria autostima, a creare una relazione con gli altri. In poche parole, a ritrovare la gioia di vivere.

Quindi non si tratta di imparare una tecnica, ma di risvegliare l’energia lasciandosi andare, per tirare fuori le proprie emozioni in tutta libertà e in modo istintivo.

BALLARE È COME SOGNARE CON I PIEDI.

A 20 anni s’impara a ballare per piacere agli altri. A 30 anni perché bisogna restare tonici. A 40 perché aiuta i problemi alla schiena. A 50 per mantenersi in forma e non ingrassare. A 60 perché fa bene alle articolazioni e fa restare agili.

Ma a qualunque l’età, il ballo è l’occasione per incontrare altre persone e farsi degli amici.

Quindi, perché non cominciare? Ricordiamo le parole del poeta greco Anacreonte: “Quando un uomo anziano balla, di anziano in lui non ci sono che i capelli: il suo spirito è ancora giovane.”