Ti sarà inviata una password per E-mail
Tempo di lettura: 2 min.

E’ dimostrato, dati alla mano: avere in casa un gatto, un cane o anche un coniglio ha tanti vantaggi anche per la salute di corpo e mente e sul benessere generale, in particolare per i bellavitosi che soffrono di solitudine.

In Italia, il 39% delle persone over 65 possiede un cane o un gatto. Un’indagine dell’Osservatorio di Federanziani Senior Italia su un campione di oltre 5000 intervistati con più di 65 anni, rivela infatti che per il 97% è importante dedicare attenzioni e tempo a un animale domestico.

Molti studi scientifici in campo internazionale hanno confermato che possedere un animale da compagnia offre moltissimi benefici.

Un animale è l’ideale soprattutto per chi per qualche motivo attraversa una fase della vita in cui si sente giù, diminuendo ansia, stress e senso di vuoto.

Non a caso il termine pet therapy è stato inventato negli anni ’50 e già agli inizi degli anni ’70 una ricerca fatta da Erika Friedmann al Brooklyn College di New York aveva dimostrato che accarezzare un animale fa scendere la pressione arteriosa, con benefici effetti sugli infartuati, come è ben spiegato qui.

È quindi assodato che chi vive con un animale domestico è più positivo, disponibile e ottimista e ha una migliore salute rispetto a chi non possiede animali.

Se ci pensate, la presenza di un animale da compagnia può in effetti migliorare molto la qualità della vita.

Si può soffrire molto di solitudine quando i figli sono usciti di casa, o per la scomparsa di un familiare e se questa sofferenza si trasforma in depressione.

Soprattutto chi vive molto in casa e quindi ha più tempo da dedicare a un amico peloso, può costruire con lui uno stretto e gratificante rapporto interpersonale, colmando il vuoto che si è fatto intorno.

Un animale è un amico sempre disponibile, un sincero e leale compagno di vita. Averlo accanto suscita allegria e il più delle volte spinge a giocare con lui, in casa e fuori e quindi a muoversi di più.

Inoltre, un cane o un gatto favoriscono maggiori contatti sociali: anche solo parlare di lui con un altro proprietario, trovando poi altri punti in comune, è un’opportunità per fare nuove conoscenze o approfondire quelle che si hanno.

Infine, La responsabilità di avere qualcuno di cui occuparsi, fa sentire in dovere di mantenersi in buona salute e in forma, per continuare ad accudire al proprio animale. E si sa che la volontà di stare bene è sicuramente la miglior medicina.