Ti sarà inviata una password per E-mail
Tempo di lettura: 1 min.

L’altezza dell’uomo raggiunge il suo livello massimo intorno ai 20 anni, rimanendo stabile per qualche anno, poi progressivamente diminuisce a causa dell’invecchiamento della colonna vertebrale, che piano piano si comprime.

Questa diminuzione di statura non è la stessa da persona a persona, ma si verifica anche in assenza di osteoporosi.

Uno studio fatto su 10.000 donne ha rilevato che può esistere uno scarto medio di 4,5 cm fra l’altezza di quando si hanno 20 anni e quella di quando se ne hanno 65.

Sfortunatamente è normale e non possiamo farci niente.

Bisogna invece preoccuparsi se si perdono centimetri in un periodo relativamente breve, ad esempio nello spazio di uno o due anni, perché questo significa un deterioramento del tessuto vertebrale, dovuto all’osteoporosi.