Ti sarà inviata una password per E-mail
Tempo di lettura: 3 min.

Le fasce muscolari che sostengono i genitali e l’apparato urinario sono il nostro pavimento pelvico. Le conosciamo bene e sappiamo fare una buona manutenzione?

Raggiunti i 50 anni, mantenere la giusta efficienza del tono muscolare del pavimento pelvico è di vitale importanza. Facciamo luce sui cinque punti fondamentali.

1 – Cos’è il pavimento pelvico?

E’ quell’insieme di muscoli, legamenti e altri tessuti che si trovano nella cavità bassa dell’addome e delle pelvi, cioè il bacino, che si estende come un telo dall’osso del pube fino al coccige. E’ attraversato dall’uretra e dall’intestino retto.

2 – Cosa fa?

Principalmente sorregge e contiene la vescica, gli organi genitali e l’intestino, ma non solo, infatti le fasce muscolari del pavimento pelvico svolgono anche un ruolo importante nel controllo della vescica, dell’apparato urinario, del retto, ed influenzano le funzioni sessuali.

3 – Perchè devo stare attento?

Gli uomini di tutte le età devono irrobustire i muscoli del pavimento pelvico. Perché con l’avanzare dell’età matura, il tono muscolare tende a rilasciarsi facendo perdere il controllo della zona pelvica. L’indebolimento può provocare incontinenza, disfunzioni del sistema urinario e anche problemi riguardanti la sfera sessuale, come impotenza e eiaculazione precoce. Per esempio, ci sono uomini che perdono urina quando starnutiscono, tossiscono o quando fanno attività fisica.
I muscoli del pavimento pelvico possono indebolirsi per mancanza di forma fisica, interventi chirurgici alla vescica o all’intestino, stress, sovrappeso, stitichezza, tosse da fumatore, bronchite, asma. In questi casi gli esercizi per stimolare il pavimento pelvico possono essere molto utili per affrontare il problema.

4 – Cosa posso fare?

Prima di tutto bisogna saper individuare i muscoli da esercitare.
1) Siediti o sdraiati con i muscoli delle cosce e delle natiche rilassati. Contrai l’anello muscolare attorno all’orifizio anale. Poi fallo rilassare. Ripeti il movimento un paio di volte per essere sicuro di esercitare il muscolo giusto. Attento a non stringere le natiche durante l’esercizio.
2) Spogliati e mettiti in piedi di profilo davanti allo specchio. Mentre tiri in su e in dentro i muscoli del pavimento pelvico e li trattieni, lo scroto si dovrebbe sollevare e il pene dovrebbe ritrarsi.
3) “Stop pipì” è un test di verifica e non va quindi considerato un esercizio da praticare spesso, potrebbe causare ritenzione urinaria e infezioni. Il suo scopo è di verificare la tonicità del pavimento pelvico e aiutarti a prendere consapevolezza dei muscoli e delle contrazioni pelviche.
Mentre stai facendo pipì, blocca il flusso contraendo i muscoli del perineo per alcuni secondi, poi lascialo scorrere di nuovo, in questo modo vengono utilizzati proprio i muscoli pelvici. Se ti sembra faticoso bloccare il flusso quando è più intenso, o riesci solo alla fine o addirittura non riesci, significa che i tuoi muscoli pelvici sono deboli.

5 – Con chi ne parlo?

La cosa più importante di quanto detto finora, è consultare il proprio medico. Questo consiglio può fare la differenza, per vivere in salute.

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Consulta la nostra Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi