Ti sarà inviata una password per E-mail
Tempo di lettura: 3 min.

I muscoli pubococcigei sono il vero sostegno del basso addome. Mantenerli in forma previene i disturbi dell’età e migliora la qualità della vita di ogni donna.

I muscoli pelvici sono quei muscoli che vanno dall’osso pubico al coccige e sostengono l’utero, la vescica e l’ano. Da questa funzione nasce il nome di pavimento pelvico. Abbiamo parlato già qui del pavimento pelvico maschile.

Nella donna, invece,  il perineo situato tra la vagina e l’ano è formato da fasce muscolari che permettono il controllo dei flussi urinari e fecali, sostengono il nascituro durante la gravidanza e aiutano a provare più piacere durante i rapporti sessuali.

Il pavimento pelvico si può indebolire.

Quando la donna sta molto in piedi e i muscoli devono sostenere tutto il peso degli organi, o quando è in sovrappeso, o anche quando sta seduta per ore in posizioni sbagliate ad esempio con la schiena piegata in avanti atrofizzando la zona perineale, il pavimento pelvico può compromettersi.
Altre dannose abitudini sono: portare pesi regolarmente o non fare assolutamente attività fisica.

La gravidanza, il parto, ma anche solo l’avanzare dell’età possono innescare situazioni a livello perineale con conseguenze importanti. Si va dall’incontinenza urinaria e anale alla discesa d’organi, alla vita sessuale sempre meno soddisfacente. I problemi possono insorgere molto presto e purtroppo, in Italia, molte donne non fanno gli esercizi per recuperare tono muscolare perché non sanno nemmeno che esistono.

Cosa dovrebbe fare una donna, allora?

Innanzitutto dovrebbe prendere coscienza di questi muscoli, localizzarli e imparare a sentirli, metterli in contrazione e in rilassamento, per poi passare alla fase di allenamento quotidiano.

Prossimamente faremo un articolo specifico su questi esercizi, intanto possiamo iniziare con l’esercizio stop-pipì, è un test di verifica per scoprire il tono dei tuoi muscoli pelvici.

Mentre stai facendo la pipì, contrai i muscoli del perineo per tre secondi, bloccando il flusso, poi lascia scorrere di nuovo la pipì. Il gruppo di muscoli che hai utilizzato sono proprio quelli del pavimento pelvico, se ti è sembrato molto faticoso o se addirittura non ci sei riuscita vuol dire che i muscoli del tuo pavimento pelvico si sono indeboliti.

Ora che ne hai preso coscienza, da seduta e tenendo la schiena dritta contrai il muscolo del pavimento pelvico per almeno 5 secondi. E’ un esercizio semplice che puoi eseguire mentre lavori, viaggi o quando sei in casa, esegui 3 serie da 15 contrazioni e falla diventare la tua sana abitudine quotidiana.

Se questo articolo ti ha fatto venire qualche dubbio o ti ha incuriosito, parlane con il tuo medico, sarà la migliore decisione che tu possa prendere per  vivere la tua vita all’insegna della salute.

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Consulta la nostra Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi