Ti sarà inviata una password per E-mail
Tempo di lettura: 3 min.

Con le variazioni degli ormoni, fare in modo che il ventre resti piatto è una vera sfida, però possibile: con un piano d’azione efficace e un impegno a lungo termine.

RECUPERARE LA TAGLIA DI PRIMA.

Associando un regime dietetico ad attività fisica e trattamenti locali non è impossibile. Riguardo alla dieta, ciascuno dovrà calibrarla in funzione della proprio fisico.

Per lo sport, si tratta di combinare resistenza (bicicletta, jogging, nuoto minimo due volte alla settimana per 1 ora) e gli esercizi per gli addominali. Questi muscoli sono quelli che si vedono sul ventre e scolpiscono i fianchi. Infine, un trattamento locale efficace può essere il massaggio con il rullo.

GLI ALIMENTI IDEALI.

Nell’alimentazione, bisogna privilegiare gli alimenti ricchi di fibre che “catturano” i grassi e aiutano a regolare il flusso intestinale, quindi fanno sgonfiare il ventre.

bellavitosi_ventre-piatto-pancia-addome.jpgLe verdure come cavolo, finocchi, porri, carciofi, spinaci, i legumi, i cereali e la frutta come mela, papaya, melone o ananas permettono di fare un pieno di fibre e di vitamine e di saziare senza troppe calorie. Fa bene aggiungere anche una manciatina di crusca d’avena, semi e olio di lino.

Da evitare il glutine e tutti i derivati di latte vaccino.

Per l’apporto di proteine, meglio scegliere uova bio, il petto di pollo o tacchino, il pesce e i crostacei.

LA RESPIRAZIONE ADDOMINALE.

Bisogna eliminare lo stress e aiutare le funzioni dello stomaco (il nostro secondo cervello) che si gonfia alla minima contrarietà: per esempio lo stress provoca l’apparizione del cortisolo, un ormone che si concentra prima di tutto nella zona della pancia e della vita.

Bisogna prendere l’abitudine di respirare correttamente per rilassarsi. Appoggiamo la mano aperta sul ventre e inspiriamo. Poi, spingendo sull’ombelico, espiriamo come se volessimo farlo rientrare al massimo. Facciamolo alcune volte.

Impariamo a respirare con il ventre in modo rilassato, più volte al giorno, finché non diventa una cosa abituale.

bellavitosi_ventre-piatto-pancia-addome.jpgBANDIRE LE BEVANDE GASATE.

Le bollicine fanno gonfiare lo stomaco e alla lunga si vede.

Allora dimentichiamoci delle bibite gasate e scegliamo di bere acqua naturale, infusi o, eventualmente, bibite drenanti che hanno un piacevole gusto di erbe e molte calorie di meno.

MASSAGGIARSI CON IL RULLO.

La mattina o la sera possiamo massaggiare il ventre con un rullo, utilizzando una crema idratante o ammorbidente. Questo serve a sciogliere i grassi e favorire la loro eliminazione.

Un altro tipo di massaggio è quello che possiamo fare sotto la doccia, con un pomo di legno avvolto in un guanto di spugna. Massaggiamo con piccoli movimenti circolari sotto il getto della doccia, prima con l’acqua calda e poi con quella fredda. Inutile farlo con l’acqua ghiacciata, l’effetto non cambia.

LE BUONE CREME.

bellavitosi_ventre-piatto-pancia-addome.jpg Per rassodare il ventre, non risparmiamo sulle creme ricche di collagene.

Attiveranno i muscoli tensori e ridoneranno elasticità e tono alla pelle. E’ una cura di bellezza per uomini e donne, da usare tutti i giorni per esempio dopo la doccia.

GLI INTEGRATORI ALIMENTARI.

In farmacia si possono trovare le famose capsule “ventre piatto”. Il termine forse è esagerato, ma sono efficaci contro la sensazione di gonfiore. Queste capsule però da sole non servono a molto se si vuole raggiungere un certo risultato.

Dunque, capsule, più sport, più igiene alimentare, più, se vogliamo, i piccoli massaggi.
Perché non provare? Non c’è niente di male a volersi un po’ più di bene!

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Consulta la nostra Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi