Ti sarà inviata una password per E-mail
Tempo di lettura: 2 min.

La depressione non può dipendere solo dai pensieri negativi. Anche l’intestino può esserne responsabile, perché la flora batterica intestinale comunica con i circuiti nervosi.

Che ruolo gioca l’intestino?

La depressione che resiste agli altri trattamenti potrebbe dipendere da una mancanza di stimolazione del nervo vago da parte dei batteri del tubo digestivo.

Il livello di depressione è nettamente superiore nelle persone che soffrono di sindrome di intestino irritabile, non è quindi dovuto solamente a un difficile approccio nei confronti della vita.

Cosa dice la scienza?

Recenti ricerche presso l’Università dell’Illinois, dimostrano che il microbiota, cioè la flora batterica intestinale, gioca un ruolo essenziale nello sviluppo del cervello già nel primo anno di vita. Le anomalie nel microbiota possono causare alterazioni nello sviluppo dei circuiti nervosi.

I batteri presenti nel tubo digestivo sono probabilmente serviti, a un certo stadio dell’evoluzione umana, allo sviluppo del cervello.

L’intestino contiene 200 milioni di neuroni e produce il 95% della serotonina, il neurotrasmettitore cerebrale che gioca un ruolo importante nel nostro umore, il nostro sonno e la nostra capacità di apprendimento.

Come proteggersi?

Quando le persone depresse hanno problemi cronici di digestione, come diarrea o costipazione, potrebbero essere prescritti degli omega 3, della vitamina D, dei probiotici, del selenio o dello zinco. Chiedete indicazioni al vostro medico.