Ti sarà inviata una password per E-mail
Tempo di lettura: 1 min.

Da anni la ricerca medica dice che gli antiossidanti ci difendono dall’invecchiamento delle cellule, ma la nuova frontiera sono i telomeri.

Sono filamenti che si trovano alle estremità dei nostri cromosomi, la cui integrità può diventare un indicatore del nostro stato di salute, o anche un fattore di previsione di longevità, perché quando i telomeri si accorciano è sintomo di invecchiamento cellulare.

Perciò da oggi uno dei nostri obiettivi di salute sarà quello di aumentare l’attività della telomerasi, l’enzima che si oppone all’accorciamento dei telomeri. Ma come stimolarla? Recenti ricerche hanno dimostrato che con uno stile di vita sano (gestione dello stress, movimento e una dieta ricca di vegetali), i telomeri non solo non si accorciano ma addirittura si allungano. Anche con il passare degli anni.

E allora impariamo ad affrontare lo stress, ricordiamoci di fare esercizio fisico costante e facciamo largo uso di frutta e verdura. Sarà un’ottima arma per rallentare il decadimento fisiologico.

La riattivazione dell’enzima telomerasi potrebbe, secondo gli studiosi, rallentare anche di molto il processo di invecchiamento, visto che il DNA umano contiene già il gene che potrebbe produrre telomerasi ma che, purtroppo per noi, è come disattivato.