Ti sarà inviata una password per E-mail
Tempo di lettura: 2 min.

Non esiste limite di età per imparare a guidare la moto, prendere il largo o pilotare un aereo. I limiti sono spesso solo nella nostra testa: rompiamo gli indugi e buttiamoci!

Mettiamo da parte i complessi.

I club di moto e le scuole di vela, il corso per diventare pilota d’aereo, le scuole di drifting o di guida sportiva oggi contano fra i partecipanti sempre più persone in età bellavitosa.

Fra istruttori e questi allievi senior in queste occasioni si creano spesso legami forti e duraturi, dove si è sempre incoraggiati ad andare avanti e migliorarsi. E inoltre si vivono nuove esperienze umane, ricche e coinvolgenti.

Quindi, questo è il momento per cominciare!

Al diavolo i luoghi comuni.

Non bisogna per forza essere ricchi per imparare a pilotare un aereo o condurre una barca a vela. O essere alti e prestanti per poter guidare una moto. Molti preconcetti impediscono di far volare in alto i nostri sogni. Per intraprendere una formazione meccanica non bisogna per forza spendere milioni o essere muscolosi e forti. Ottenere un brevetto da pilota di aerei privati può costare in media sui 7.000 euro o giù di lì. E per la moto, avere un fisico leggero aiuta a essere più agili: quel che conta è la tecnica.

Osiamo!

Non è mai troppo tardi per ottenere la patente nautica o il brevetto da pilota di aerei, bisogna solo avere volontà e buone condizioni fisiche. Esistono solo dei limiti per cui, ad esempio per i piloti di aerei privati, oltre i 60 anni è necessario il rinnovo annuale della certificazione medica.

E se poi…

E se poi invece vogliamo starcene calmi e rilassati e mandare avanti gli altri, va bene lo stesso. Si vive bene anche con attività più tranquille e consone al nostro modo di essere. Ma l’importante, sempre, è muoversi e non rinunciare ai nostri sogni. O almeno provarci!