Ti sarà inviata una password per E-mail
Tempo di lettura: 3 min.

Il cervello può tenersi in forma con la pratica regolare di una nuova attività mentale, come quella di imparare una nuova lingua. E si può cominciare a qualsiasi età.

Viva la plasticità cerebrale!

E’ scientificamente provato che il cervello si può modificare in modo rapido con la pratica regolare di qualcosa che lo tenga in allenamento. E più ci si allena, più i risultati si consolidano. Diversi studi hanno dimostrato che non esiste alcun collegamento significativo fra gli anni di una persona e l’elasticità del suo cervello. Questo vuol dire che il cervello può continuare a evolversi a qualsiasi età.

Imparare stimola il cervello.

Le ricerche scientifiche hanno dimostrato che l’apprendimento di una nuova lingua può stimolare certe zone cerebrali predisposte a questa attività, come l’area di Wernicke, che permette la comprensione, e l’area di Broca, che permette l’elaborazione del linguaggio orale.

Sviluppare la riserva cognitiva.

Apprendere una nuova lingua sviluppa la nostra riserva cognitiva, quella che ci rende più resistenti alle lesioni cerebrali. La scienza non ha soltanto sottolineato che i senior hanno una memoria che può essere allo stesso livello di chi è giovane, ma che si soffermano con più attenzione e quindi più efficacia sulle parole da imparare.

Ci sono altre ragioni.

Il vantaggio di quanto si è in là con gli anni, è che non solo possiamo trovare in noi stessi le motivazioni e la volontà di apprendimento necessarie, ma anche che così si possono aprire prospettive diverse e tutte nuove: quelle di viaggiare di più, conoscere meglio le altre culture e le altre popolazioni. E anche di vincere una sfida con noi stessi!

Dimentica la scuola.

Di solito le lezioni di una lingua straniera si fanno a scuola, ma il problema è che i metodi per acquisire le nozioni di base e per allenarsi all’espressione orale non sono veramente adatti a un allievo adulto. Spesso le classi sono troppe numerose perché l’apprendimento sia davvero veloce ed efficace.  Oggi invece esistono corsi individuali online in cui potersi cimentare anche dopo i 50 anni, che fanno dimenticare le brutte esperienza della scuola.

Alcune furbizie in più.

Per accelerare il processo di apprendimento, ci sono numerosi espedienti a cui ricorrere. Come ad esempio quello di guardare film in lingua originale, leggere libri o giornali nella lingua che si vuole imparare, corrispondere con persone straniere anche via mail senza dimenticare di fare esercizi di grammatica, sintassi o di coniugazione. Su internet esistono innumerevoli siti con esercizi con correzione automatica, su cui allenarsi facilmente.

Morale della storia.

L’età non è una scusa valida per non potersi lanciare nell’apprendimento di una nuova lingua straniera, che invece risulta essere un sistema eccellente per mantenere la propria salute neurologica. Certo, una lingua s’impara più velocemente quando si è giovanissimi, ma da senior s’impara meglio. Yes, we can!