Ti sarà inviata una password per E-mail
Tempo di lettura: 2 min.

Sta per riaprire l’hotel più famoso di New York per la cultura e lo spettacolo.  E si mettono all’asta le porte delle stanze, per beneficenza.

Ci sono passati tutti, dal 222 West 23rd Street di New York. Lì abitavano artisti, musicisti, scrittori e attori come Joni Mitchell, Arthur Miller, Allen Ginsberg, Gregory Corso, Janis Joplin, Bob Dylan.

Ora un ex affittuario senzatetto, Jim Georgiou, ha avuto la brillante idea di approfittare dei lavori e di mettere all’asta il 12 aprile le porte delle camere abitate dai miti musicali. Così, la porta dietro cui dormiva Bob Dylan è stata aggiudicata per 100.000 dollari, quella dietro cui si amavano Leonardo Cohen e Janis Joplin è andata via per 85.000 dollari, come quella di Joni Mitchell. A quelle di Jimi Hendrix e Madonna “solo” 13.000 dollari.

Ma non è la solita speculazione di un furbacchione con l’occhio lungo, parte del ricavato dell’asta andrà alla City Harvest, un’organizzazione non a scopo di lucro che offre aiuti ai poveri e a chi è senza casa. E ovviamente, l’altra parte andrà nelle mani di Jim Georgiou.

Più che un hotel, il Chelsea è stato un centro dove si sono incontrati le personalità più famose della  vita newyorchese degli anni ’50, ’60 e ’70.

(CONTINUA A LEGGERE…)

1 2