Ti sarà inviata una password per E-mail
Tempo di lettura: 4 min.

Sconto speciale ai bellavitosi sui biglietti del concerto di Kolja Blacher all’Auditorium di Milano, che suona e dirige Mozart e Beethoven.

L’evento si terrà il 18, 19, 21 ottobre presso l’Auditorium di Milano, largo Gustav Mahler.

E’ un’altra occasione speciale per assistere a un grande concerto con i biglietti scontati riservati ai bellavitosi.

Torna la stagione d’oro della musica viennese, con il rientro del Direttore e violinista Kolja Blacher. Un ritorno, all’Auditorium e a laVerdi, che porta nuove occasioni per ascoltare musica di qualità e anche inediti.

Un grande rientro all’Auditorium.

Due grandi capolavori della musica viennese. Per il ciclo Podio e strumento, Blacher dirigerà l’Orchestra Verdi nel classicismo della Sinfonia Haffner del giovane Mozart, poi il celebre Concerto per violino di Beethoven, che fu un modello per la musica romantica.

Tra la prima esecuzione e la seconda, quasi a fare da ponte, il Maestro eseguirà per la prima volta in Italia Pentagramm, del compositore tedesco Boris Blacher, che oltre a essere stato una figura di spicco del Novecento tedesco è anche il padre di Kolja Blacher.

Prima dell’esecuzione, Enrico Reggiani terrà una conferenza introduttiva al concerto sul tema: La grande Vienna musicale.
Giovedì 18 ottobre ore 18:00 Auditorium Foyer della balconata. L’ingresso alla conferenza è libero.

Il programma della serata.

Wolfgang Amadeus Mozart, Sinfonia n.35 in Re maggiore K385 Haffner. E’ l’opera considerata punto di svolta fra i lavori giovanili e quelli della maturità. Le date di composizione non sono certe, ma sicuramente Mozart scrisse la Sinfonia per la famiglia Haffner e poi in un secondo tempo la corresse rendendola ciò che ascoltiamo ora.

Boris Blacher, Pentagramm.

E’ la prima esecuzione italiana. Venne composta nel 1974, un anno prima della morte dell’autore, per i Berliner Philarmoniker e ispirata alla loro sala da concerto nota anche come Circus Carajani: un edificio unico, asimmetrico, con la sala principale a forma pentagonale e il palco in mezzo. L’opera ha suggestioni degli anni trascorsi in Cina, Manciuria, Siberia, ma anche rievocazioni del jazz.

Ludwig van Beethoven, Concerto per violino e orchestra in Re maggiore op. 61

Il Concerto per violino è una delle opere più amate da Beethoven e più ammirate dal pubblico di tutto il mondo. Eppure non ebbe vita facile. Fu dedicato a Stephan von Breuning, amico d’infanzia, e già alla prima esecuzione del 1806 non ebbe molto successo, forse perché il violinista interpretò l’opera troppo liberamente. Dopo la morte di Beethoven il virtuoso del violino Joseph Gioachim fece una serie di esecuzioni memorabili che riportarono in auge il concerto, che iniziò ad avere una grande diffusione e un successo che dura ancora oggi.

Kolja Blacher, direttore, violino.

Nasce a Berlino, si trasferisce a New York a soli 15 anni per studiare alla Juilliard School, torna in Europa a perfezionarsi a Salisburgo con Sandor Végh, per poi iniziare una brillante carriera da solista che lo porta in tutto il mondo a suonare con le più importanti orchestre e a collaborare con i più importanti direttori. Numerose le incisioni discografiche, anche premiate, e le collaborazioni. Oggi vive e insegna a Berlino, suona lo Stradivari Tritton del 1730 messo a disposizione dalla Signora Kimiko Powers.

Sconto speciale per i bellavitosi:

Platea 22 euro (invece di 36 euro)
Balconata 18 euro (invece di 27 euro)

Acquistare i biglietti è facile, ecco come fare:

La procedura è sempre quella utilizzata per gli altri concerti dell’Auditorium:
1- Iscriversi alla newsletter bellavitosi cliccando QUI.
2- Mandare una mail a prom@laverdi.org e prenotare il giorno che avete scelto, mettendo nell’oggetto: “bellavitosi” più il proprio nome e cognome.
3- Riceverete una mail di conferma.
4- Il giorno del concerto, alla cassa dite il vostro nome e pagate il biglietto scontato.