Ti sarà inviata una password per E-mail
Tempo di lettura: 3 min.

Il 13 maggio è stato il cinquantenario del Maggio Francese. Un anniversario che può diventare l’occasione per ricordare il ’68: com’eravamo noi bellavitosi, dove eravamo e cosa facevamo quell’anno?

Ora siamo madri e padri di famiglia, medici, impiegati, dirigenti, pensionati… ma nel 1968 cosa facevamo?

Quest’anno si celebrano i 50 anni da quell’anno e questo sito è un luogo in cui s’incontrano molti di noi che l’hanno vissuto direttamente, e che hanno ricordi da raccontare.

Ognuno l’ha vissuto a suo modo. Chi ne è stato testimone diretto, in grandi città come Milano e Roma, chi invece l’ha solo sfiorato, guardato di sguincio, alla tv o per sentito dire, perché troppo giovane, o lontano dalle piazze.

Ma il 1968, 50 anni fa, è stato un anno in cui sono successe troppe cose per dimenticare questo anniversario: la primavera di Praga, il terremoto del Belice, a marzo le manifestazioni di Roma con 4.000 studenti a Valle Giulia, ad aprile la morte di Martin Luther King, e il 13 maggio la protesta di quelle 800.000 persone che a Parigi inaugurarono il Maggio Francese, contagiando tutta la Francia, e da lì anche l’Europa e poi il mondo.

“Ce n’est qu’un debut, continuons le combat”, ve lo ricordate?

(CONTINUA A LEGGERE…)

1 2 3