Ti sarà inviata una password per E-mail

LA CITTA’ CI E’ NEMICA

Tempo di lettura: 5 min.

Molte grandi città italiane sono a misura dei giovani ma non di tutti gli altri. Un problema che può avere come conseguenza  l’emarginazione e l’isolamento.

La distribuzione dei senior in Europa non è omogenea. Fra il 1991 e il 2000 alcune metropoli come Londra, Bruxelles, Amsterdam, Copenhagen, Madrid sono ringiovanite, mentre altre come Berlino, Lisbona, Milano sono invecchiate.

bellavitosi_citta-anziani.JPGI quartieri del centro crescono a uso e misura delle generazioni più giovani e attive.

Nelle grandi città italiane, è evidente il fenomeno di un’architettura urbana che emargina l’anziano e lo considera un soggetto trascurabile, soprattutto se è di bassa condizione socioeconomica.

Fate caso alle barriere architettoniche, alla mancanza di spazi verdi dove passeggiare o aggregarsi. Stanno scomparendo le fontanelle, i gabinetti pubblici e le panchine, soprattutto nei quartieri più periferici.

Gli anziani vengono isolati, e questo isolamento cresce se consideriamo che il 75% della popolazione di questi quartieri tra 65 e 74 anni non ha mai usato Internet e quindi è esclusa da tanti servizi come la spesa a domicilio, l’informazione di quartiere, la condivisione di interessi e informazioni attraverso i social.  (segue)

1 2 3 4