Ti sarà inviata una password per E-mail
Tempo di lettura: 2 min.

Discutere, raccontare, scambiare opinioni su cose importanti o leggere, con chi ci è vicino o anche con gli sconosciuti: riscopriamo come fare conversazione.

Sempre di più le conversazioni del mondo virtuale (sul web o con messaggini) e del mondo reale oggi hanno modo di incrociarsi. Gli incontri a tu per tu, fatti in viaggio, sul lavoro o nel tempo libero, possono approfondirsi attraverso conversazioni fatte online. Al contrario, molti incontri che nascono virtuali diventano poi concreti e reali. Certi siti d’incontri propongono spesso degli appuntamenti reali, per conoscersi di persona e condividere attività comuni.

Internet è un nuovo spazio per conversare, in un mondo dove soltanto 100 anni fa non esisteva neanche il telefono.

Sui social network molti si permettono di aggredire verbalmente nascondendosi nell’anonimato. E con la scusa della distanza data dallo schermo del pc, possono esprimere molti aspetti  negativi impensabili nella realtà: arroganza, aggressività, denigrazione.

Ciò che si sta perdendo e che bisognerebbe recuperare è invece il gusto di conversare. Quell’arte di convincere l’altro scegliendo le parole giuste, di creare interesse su quello che state dicendo e di riceverne.

Conversare non è semplicemente chiacchierare.

Quando si conversa con chi ci è vicino, amici o sconosciuti, si crea un interesse che va al di là del semplice parlare. L’interesse per l’argomento, o per gli altri interlocutori.

Conversare è il piacere di uno scambio verbale che crea energia: ma affinché questo accada, bisogna avere uno spirito particolare, che nasce dalla curiosità, dal coltivare passioni e conoscenze, dal trovare con gli altri punti di coinvolgimento comuni. E’ anche importante essere presi dal soggetto di cui si parla, per trasmettere delle emozioni: altrimenti la conversazione è istruttiva, ma noiosa!

Conversare è anche sapere se stiamo catturando o no l’attenzione dell’altro, saper captare i suoi segni di interesse, ma anche di noia o indifferenza.

L’arte del conversare è una bella definizione per esprimere il piacere di uno scambio reciproco, da non confondersi con le chiacchiere a vuoto. Il piacere di trovare le frasi giuste, giocare con le parole, usare la retorica, esprimere opinioni senza prevaricare sull’altro, ascoltando senza interrompere, parlando senza essere interrotti.

Per scoprire, alla fine della conversazione, che è difficile ricordare lo spunto da cui siete partiti, tanti sono stati gli argomenti che si sono accavallati…