Ti sarà inviata una password per E-mail

FIORI DA MANGIARE E CUCINARE

Tempo di lettura: 4 min.

I fiori entrano nella dieta. Ce ne sono per tutti i sapori ma meglio coltivarli in proprio per essere certi che non siano stati contaminati da agenti chimici.

Anche i grandi chef stellati hanno adottato i piatti arricchiti da fiori, ma non solo per un fattore estetico, per il loro sapore. Alcuni sono speziati, altri fragranti, altri erbacei.

bellavitosi_insalata-fiori.jpgIl garofano è dolce, la calendula è piccante e sapida, la verbena è acidula come la begonia, il tarassaco è amaro, ci sono fiori che hanno sapori ideali per le zuppe, altri per salse e ripieni, altri ancora sono perfetti per la pasticceria.

Non tutti i fiori possono entrare nelle nostre ricette ma sicuramente sono molti quelli che possono fare ottima figura, la viola con il suo delicato gusto che ricorda la menta, tutta la famiglia degli allium cioè le infiorescenze di aglio, porri, erba cipollina, i girasoli, l’ibiscus e anche i crisantemi.

Maggiori approfondimenti qui.

Fra gli altri fiori, il nasturzio si sposa perfettamente con il gusto del pesce, le rose e il tarassaco (detto anche dente di leone) sono l’ideale per la pasta, i fiori di tagete hanno un amaro molto intenso che contrasta ed esalta la dolcezza di un risotto. (segue)

1 2 3 4

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Consulta la nostra Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi